Le ossa della principessa

Ho trovato questo libro su uno scaffale, al mare, mentre tutti erano tutti in tenda a riposare ed io, come sempre, di sdraiarmi non se ne parla per nessun motivo. Perciò ho preso la bicicletta, di quelle un pò retrò, da uomo, con la canna alta, il cestino davanti, di quelle che cigolano ad ogni pedalata ma che ti portano sempre a destinazione.

Ho attraversato tutta quella distesa colorata di tende e casette e ho raggiunto il market indecisa se orientarmi su un’enigmistica o un libro. E come sempre mi sono fatta guidare dal mio istinto primordiale per eccellenza (quello che mai mi tradisce): il colpo d’occhio. E tra tante riviste, libri ed enigmistiche l’ho notato subito, perché si, per me i medical thriller hanno qualcosa di speciale.

E nonostante avessi toccato tutto, letto fugacemente le trame e spostato di ogni, il mio sguardo continuava a cadere lì, su quel titolo e su quella copertina. Ed alla fine sono uscita dal market con il mio zainetto, una saccata di monetine, la bicicletta cigolante ed il libro nel cestino.

Nata a Messina nel 1982, Alessia Gazzola nella vita prima ancora di scrittrice è medico chirurgo specialista in medicina legale. Esordisce nella narrativa grazie al primo romanzo “l’allieva” che la fa conoscere al pubblico italiano ed europeo attraverso l’accattivante personaggio di Alice Allevi. A seguito nasce la serie tv su Rai 1 con Alessandra Mastronardi e Lino Guanciale.

Alessia-Gazzola

Le ossa della principessa

Alice Allevi è una specializzanda, maldestra nei suoi gesti e nelle relazioni come quella con Claudio Conforti, medico legale affermato, il classico bello ma stronzo, e Arthur, un fotografo freelance viaggiatore estremo nonché fratello di Cordelia, la sua coinquilina ed amica fidata. Alice è una ragazza molto curiosa, con un grande intuito investigativo che la rende la più perspicace nel suo laboratorio, ma non per i suoi superiori e tantomeno per Claudio.

La trama si snoda attorno al ritrovamento di uno scheletro e l’indagine poliziesca e legale per ricostruire l’identità e la storia di quello che era un giovano corpo anonimo accompagnato da una coroncina di plastica.

Per tutti il caso diventerà: le ossa della principessa.

E mentre l’indagine prende piede, ed Alice si affianca come consulente all’ispettore Calligaris, Ambra, la collega perfetta ed insopportabile di Alice (ed ex fidanzata di Claudio) scompare.

Ma che nesso hanno le ossa della principessa e la scomparsa di Ambra?

Saranno proprio Alice e Calligaris a ricostruire la storia delle ossa ritrovandosi ad inseguire anche Ambra, in un racconto che diventa a più voci.

Il finale? Tutto da scoprire!

00512898_b

“se non esistesse il mal d’amore, l’umanità sarebbe una razza onnipotente

Ne sa qualcosa Alice che, nel corso delle pagine, non manca di riflettere e mettere in discussione continuamente il suo rapporto con Claudio, con il quale condivide l’indagine medico-legale e qualche nottata fugace. Alice è una ragazza interessante, che mi piacerebbe incontrare e conoscere in una vita reale, abbracciare nei suoi tanti momenti di insicurezza per dirle che va tutto bene, che è così per tutti o per tanti.

Ci si affeziona a lei già dalle prime righe perché la scrittura di Alessia Gazzola fa entrare ogni personaggio nella propria mente e nel proprio cuore come se lo si conoscesse realmente, di persona.

Sebbene il romanzo, già dai primi passaggi, si snodi in un racconto a più voci, dove nei diversi capitoli emergono i punti di vista dei protagonisti, la lettura rimane fluida, scorrevole e non crea confusione in chi legge.

La scelta dei diversi font affiancati ad ogni personaggio, la modalità diversa di espressione dei pensieri di ognuno (come se li si sentisse parlare a voce), rendono la lettura dinamica, intrigante e travolgente.

Inutile dire che questo libro me lo sono bevuta tutto in un paio di giorni e subito dopo (sebbene io non ami le serie tv e non segua nessuna di quelle presenti sui palinsesti, nemmeno le più famose internazionali) non ho resistito e sono andata a cercarmi in streaming la puntata dall’omonimo titolo.

Alessandra Mastronardi nei panni di Alice? Semplicemente perfetta, come l’avevo immaginata.

Il passato è una terra straniera.

Elizabeth

 

“Le ossa della principessa” di Alice Gazzola, Longanesi Editore, 2014

Annunci

Una risposta a "Le ossa della principessa"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...