Quando arriva Babbo Natale

È il 24 dicembre ci si sveglia con calma tanto siamo tutti in vacanza, mamma, ovviamente è già in piedi da tempo, ha preparato una ricca colazione che faremo tutti insieme. L’albero è addobbato dall’otto dicembre, sotto di lui qualche piccolo regalo per noi.
Finita la colazione si gioca, usciamo un po’ fuori a tirarci qualche palla di neve e a provare a fare una specie di pupazzo.
Si fa un pranzo veloce, ci si tiene leggeri, e poi tutti a nanna perché quella sera si farà tardi.
Al risveglio ci si inizia a preparare, doccia per tutti (siamo 5) e poi accurata vestizione.
Ci si veste eleganti come per tutte le feste importanti. Una volta pronti si aspetta il consenso della mamma e del papà sul vestito scelto e si parte… destinazione casa della zia.
Lì ci aspettano 3 cugini più meno della nostra età e ne arriveranno altri due più piccolini insieme a nonni, zii e qualche amico dell’ultimo momento. La casa è grande e l’albero immenso.IMG_1895
Le tavolate, una per i grandi e una per i piccoli, sono apparecchiate con estrema attenzione, bellissime.
Si sente un profumo delizioso che arriva dalla cucina, verrano serviti piatti la cui preparazione ha richiesto giornate di lavoro e parecchie discussioni per la loro scelta.

Si chiacchera, si mangia, si scherza, si danno baci ai nonni, ci si racconta le ultime novità.

Appena finito di mangiare andiamo a giocare in mansarda mentre i grandi rimangono ancora un po’ a tavola.

IMG_1898
Guadiamo un cartone sul Natale, quello che abbiamo visto tutti almeno una volta la sera della vigilia, e poi… poi si aspetta, una trepidante attesa. Si aspetta il campanello di Babbo Natale. Tutti in fila all’inizio delle scale perché non si può più scendere, se no Babbo Natale ci vede. Si aspetta, un’attesa lunga, felice e magica.
E poi all’improvviso: driiiiiin e via di corsa giù per le scale ma il primo che arriva si blocca e tutti gli altri a seguire immobili per quei due secondi in cui vedi tutti quei pacchi, tutti quei regali e non sai cosa fare, da dove iniziare.
Il primo decide di lanciarsi, rompe il ghiaccio, e allora urla di gioia: “wow che figata” “ehi, guarda questo che bello” “ mamma, guarda! Proprio quello che avevo chiesto!!” “Noooo, papà guarda come quello che avevamo visto!!”.

E alla fine, stremati, ognuno con la propria scatola di giochi nuovi, torna a casa, felice. Con un’emozione nel cuore che rimane per giorni.

Così è il mio Natale, da sempre.

Siamo cresciuti, cambiati, qualcuno ci ha lasciati ma si è aggiunto qualche bimbo. Negli anni non è mai cambiato e nessuno vuole che cambi.
Ci si ritrova sempre a casa della zia il 24 sera e si sta insieme, ci si dimentica almeno per una sera dei problemi, del lavoro e di tutto quello che non va come vorremmo che andasse.
Per una sera almeno si prova ad essere sereni e a vivere il momento perché purtroppo tutti sappiamo che passerà sempre troppo in fretta e dovremo aspettare un anno intero prima di passare una serata speciale e unica come quella.

Durante la mia carriera di ballerina mi sono persa quasi tutte le feste “comandate” perché quando gli altri festeggiano il più delle volte la ballerina è sul palco che si esibisce per loro.
Mi sono persa parecchie Pasque e primi novembre, Capodanni ed Epifanie. Per non parlare dei compleanni e di avvenimenti importanti di parenti e amici a cui ho dovuto rinunciare perché avevo uno spettacolo a cui proprio non potevo mancare.

IMG_1896

Perché la vita di una ballerina è così, un po’ fuori dal mondo, un po’ in questa realtà e un po’ in una parallela, ma alla sera della Vigilia non sono mai mancata e spero di non doverlo mai fare.

Lucia

Annunci

One thought on “Quando arriva Babbo Natale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...