Libri… da paura!!!

Nonostante io sia totalmente innamorata e attratta da tutto ciò che è “made in USA”, la festa di Halloween non mi è mai appartenuta veramente. Nei paesi anglosassoni credo che assuma un fascino decisamente particolare: deve essere fantastico passeggiare davanti alle case stile film hollywoodiano tutte decorate a tema horror e vedere i gruppi di bambini che suonano i campanelli pronunciando la fatidica frase “Dolcetto o scherzetto?”. Ma qui in Italia ha davvero lo stesso fascino? Io trovo sia un po’ una forzatura, un’importazione non del tutto contestualizzata, un voler far propria una festa legata ad una particolare tradizione anglosassone e, quindi, non nostra.

Fatto sta che, come spesso accade, oggigiorno dobbiamo adeguarci alle nuove abitudini soprattutto per non far sentire i nostri figli diciamo “retrò”; ecco che allora anche a casa nostra a fine ottobre spuntano ormai da un paio di anni zucche intagliate con occhi e bocca spaventosi, cartoni con tema Halloween e piccoli accessori da streghetta o simili.

Una cosa però la vorrei salvare di questa festività non nostra: tutti vanno alla ricerca di testi per bambini con tema il buio, i fantasmi, le streghe e i mostri per creare in quella giornata un clima tenebroso e pauroso! Ecco che allora, si scoprono libri davvero interessanti e divertenti che, oltre ad essere in perfetta sintonia con Halloween, affrontano la tematica del superamento della paura relativa ai personaggi di fantasia.

IMG_9506

Proprio pochi giorni fa, curiosando in una libreria ho scoperto insieme ad Emma due testi davvero carini e simpatici che vorrei presentarvi: “Mortina. Una storia che ti farà morire dal ridere” e “Un libro pieno di mostri”, entrambi incentrati sul tema della paura ma estremamente differenti sullo stile adottato (differenti anche per età).

IMG_9507

“Mortina. Una storia che ti farà morire dal ridere” racconta la storia di Mortina, una bambina che non è come tutte le altre, no, lei è diversa perché è una bambina zombie, vive a Villa Decadente con la zia Dipartita e ha per amico un levriero albino di nome Mesto, da cui non si separa mai. Mortina vorrebbe avere amici della sua età con cui poter giocare e divertirsi, ma c’è un piccolo problema: Mortina non si può far vedere perché le persone potrebbero spaventarsi essendo per l’appunto una zombie. Un giorno però arriva l’occasione giusta: la festa di Halloween e Mortina non deve nemmeno travestirsi.… Il piano di Mortina è perfetto e sembra andare tutto per il verso giusto, fino a quando i bambini mostrano la peculiarità legata al loro travestimento! Mortina, presa dall’entusiasmo del momento, si mostra così come è realmente, ossia una zombie ed ecco che i bambini la guardano stupiti e… Cosa succede quando gli altri bambini scoprono che lei non indossa nessuna maschera? Lascio a voi la bellezza di scoprire il finale…

IMG_9508

Questo testo, dal formato particolare e adatto sicuramente a lettori più grandini (Emma che ha 5 anni lo ha apprezzato molto), affronta il tema del superamento della diversità in un’ottica di accoglienza e arricchimento di ciò che è differente da noi: grazie ad uno stile semplice, ben comprensibile e, allo stesso tempo, divertente e simpatico, l’autrice Barbara Cantini sottolinea l’importanza dell’unicità di ognuno di noi e di come l’essere diverso da ciò che comunemente viene considerato “normale” è in realtà fonte di crescita reciproca.

IMG_9512

Mortina, liberatasi dal suo “non essere umana” e quindi dal suo disagio per essere una zombie, scopre che in realtà i suoi amici l’apprezzano e sono entusiasti di averla come amica proprio perché è diversa da loro.

Oltre, quindi, a trasmettere un messaggio molto importante, il testo viene completato con illustrazioni davvero simpatiche ed estremamente in sintonia con il clima di paura: colori principalmente scuri, attenzione ai particolari che caratterizzano i singoli personaggi, ma anche alcune parti scritte in corsivo che vanno ad arricchire il testo e le illustrazioni presenti, sono le principali caratteristiche di questo testo.

Barbara Cantini è la scrittrice ma anche l’illustratrice di questo testo davvero divertente: prima di dedicarsi all’illustrazione per ragazzi, ha realizzato alcune produzioni per il teatro e per la tv ; “Mortina. Una storia che ti farà morire dal ridere” è, infatti, il suo primo romanzo, ma ha già nel cassetto il seguito “Mortina e l’odioso cugino” che uscirà nel 2018.

 

IMG_9514

“Un libro pieno di mostri da paura” è decisamente un testo che attrae per la copertina davvero accattivante: formato abbastanza grande, colore viola scuro con al centro un mostro dall’aria simpatica, ma non troppo, scritte sotto forma di cartelli che invitano a fare attenzione, sono sicuramente elementi che spingono ad aprire e sfogliare le pagine di questo testo.

Un libro che si mette in relazione col bambino fin dalla copertina, e che anche al suo interno, nel corso delle varie pagine, lo interpella direttamente scoraggiandolo dal proseguire la lettura se si ha paura o se si è “fifoni”.

«Sei sicuro di non aver paura dei mostri? Puoi tornare indietro quando vuoi! Se sei in pericolo chiudi immediatamente il libro!»

Il libro non racconta una vera e propria storia, ma presenta alcune tipologie di mostro, andando a precisare le loro principali caratteristiche dalle quali è meglio stare alla larga. L’intero testo è pieno di avvertimenti che, se da un lato incuriosiscono il bambino e lo invogliano ad intraprendere questa sorta di avventura nel mondo dei mostri, dall’altro lato attribuiscono al lettore il ruolo fondamentale di esploratore coraggioso.

IMG_9518IMG_9519

Il lettore, caldamente invitato ad equipaggiarsi per bene per affrontare i mostri che andrà ad incontrare (mollette per il bucato per turarsi il naso, tappi per le orecchie per attutire le urla e stivali di gomma per evitare tutto ciò che è viscido) dovrà, quindi, affrontare le sue piccole paure.

IMG_9522

Questo libro diventa, quindi, un valido strumento per  aiutare il bambino ad affrontare le sue paure relative ai personaggi fantastici, il tutto sotto forma di gioco, rendendolo così protagonista. L’autore utilizza una strategia davvero geniale: il bambino viene coinvolto nella storia un poco per volta, ricordandogli che può chiudere il libro quando lo desidera facendolo sentire più sicuro. Interessante anche la retrocopertina dove il bambino può familiarizzare con i protagonisti e cominciare ad interagire con loro.

Un libro pieno di mostri da paura” è divertente, giocoso, ma al tempo stesso trasmette un messaggio importante al bambino: non gli dice di non aver paura, ma gli mostra il lato allegro e buffo, e a conclusione lo valorizza con un diploma per il coraggio mostrato.

IMG_9525

Libri diversi, per età diverse, ma che hanno uno scopo comune: far divertire i nostri piccoli in modo insolito e divertente, insomma, un divertimento da PAURA!

 

“Mortina. Una storia che ti farà morire dal ridere” di Barbara Cantini, edito da Mondadori, 2017.

Un libro pieno di mostri da paura” di Guido Van Genechten, edito da Clavis, 2017.

 

Annunci

2 thoughts on “Libri… da paura!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...