La danza è convivenza

La danza si sa, è un’arte povera e soldi se ne vedono pochi.
Per questo motivo oltre a condividere emozioni, pensieri e idee, molte volte ti ritrovi a condividere… l’appartamento.

Sono andata via di casa che avevo 16 anni e appartamenti, città e soprattutto coinquilini ne ho cambiati parecchi.
Ognuno con le sue abitudini, con le sue manie e le dinamiche di convivenza ogni volta diverse.

Bisogna sempre cercare di trovare dei compromessi, contrattare sull’organizzazione casalinga per il quieto vivere.
Perché ti può capitare quello che a colazione non si può accendere la luce perché da fastidio, quello che monopolizza il bagno o quello che non lava mai le tazzine.

Parma (2)

Ci sono da organizzare i ripiani del frigo perché così ognuno sa quello che è suo (anche se poi ci sarà sempre qualcuno che mangerà la tua roba).
C’è la lavatrice che non si ferma mai e per trovare lo spazio libero sullo stendino dovrai essere bravo nell’inventiva.
Poi c’è la TV che è una, e i programmi invece tanti, e c’è chi vuole vedere il calcio e chi il film romantico, a volte si troverà un accordo mentre altre si tirerà a sorte e altre ancora si finirà per spegnerla e fare due chiacchere.

01.jpg

Il cucinare poi di solito si suddivide in due modalità: o c’è una persona che si “sacrifica” per tutti cercando di rispettare le richieste di ognuno oppure ognuno fa per sè, il che però comporta i turni per i fornelli.
E a proposito di turni: all’inizio della convivenza si provano a fare quelli delle pulizie ma passata la prima settimana nessuno li rispetterà più e inevitabilmente quello più ordinato sarà quello che pulirà per tutti.

Parma (59)

Ma al di là delle questioni organizzative la convivenza con altre persone ti lascia per lo più bei ricordi, parecchie risate in compagnia e aneddoti a cui ripenserai a distanza di anni e che ti faranno sorridere.

In un mondo dove la tecnologia e la società ti portano sempre di più ad isolarti, la danza pur non direttamente ti insegna anche in questa occasione valori di vita importanti, fondamentali.
Ti insegna a condividere, ti insegna che non esiste solo il tuo punto di vista e il tuo modo di vivere, ti insegna ad essere tollerante e generoso.

Si tende oramai a monetizzare ogni cosa e ci si dimentica che invece c’è molto di più.
Le istituzioni per prime, forse per poca attenzione, danno poca importanza a quest’arte che insegna invece valori e principi che fanno essere persone migliori.
È importante che i giovani abbiamo la possibilità di conoscere l’arte per poterla condividere, per confrontarsi, per avere una mente aperta e positiva verso ogni nuova esperienza qualunque essa sia.

A proposito di ordine di recente ho letto il “Magico potere del riordino di Marie Kondo, edito da Vallardi, 2014.

61VACw0CEgL

«In Giappone è riconosciuta come la regina dell’ordine, un baluardo nella guerra contro il caos. Con la sua filosofia del riordino Marie Kondo ci ha rivelato un nuovo modo di essere.» (The Times)

Un’infinità di oggetti di ogni tipo (abbigliamento, libri, documenti, foto, apparecchi, ricordi…) ci sommergono all’interno di abitazioni e uffici sempre più piccoli e ci soffocano. Col risultato che non troviamo mai quello che davvero ci serve. In questo libro la giapponese Marie Kondo ha messo a punto un metodo che garantisce l’ordine e l’organizzazione degli spazi domestici e insieme la serenità perché nella filosofia zen il riordino fisico è un rito che produce incommensurabili vantaggi spirituali: aumenta la fiducia in sé stessi, libera la mente, solleva dall’attaccamento al passato, valorizza le cose preziose, induce a fare meno acquisti inutili. Rimanere nel caos significa invece voler allontanare il momento dell’introspezione e della conoscenza.

Dopo aver letto il libro ho deciso che questa estate farò un tentativo… Vi farò sapere come andrà!

Lucia

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...