Tanti e diversi…

Negli ultimi anni la letteratura per l’infanzia sta avendo un BOOM: sempre più case editrici, anche nuove, si stanno avvicinano a questo mondo proponendo testi per bambini che vanno ad affrontare le più svariate tematiche.
Ogni casa editrice ha una propria storia ed un proprio stile e ognuna di loro è importante poiché offre a lettori grandi e piccoli la possibilità di avvicinarsi al mondo della lettura e, per questo motivo, sono tutte indispensabili.

Qualche settimana fa sono stata contattata da una casa editrice a me ancora sconosciuta che, molto gentilmente, mi ha voluto omaggiare di un testo davvero interessante e del quale vorrei parlare oggi.
Prima però di addentrarci nel testo di oggi, vorrei presentarvi la casa editrice in questione che porta il nome di Editoriale Scienza e per essere il più corretta possibile vi riporto la presentazione tratta dal loro sito internet (qui il link).

Siamo una casa editrice specializzata in divulgazione scientifica per ragazzi e, proprio per questo, costituiamo un punto di riferimento nel panorama editoriale italiano.
La sede operativa è a Trieste, dove siamo nati nel 1993 grazie a Hélène Stavro. Da gennaio 2009 facciamo parte del gruppo Giunti Editore.

Per la scelta e l’ideazione dei libri seguiamo due linee guida: da un lato la traduzione di volumi pubblicati all’estero, con l’intento di far conoscere in Italia le migliori proposte straniere, dall’altro la collaborazione con autori, ricercatori, esperti e giornalisti scientifici italiani, cercando modi sempre nuovi per raccontare la scienza ai più giovani.

Per noi divulgazione non è solo un invito a leggere, ma soprattutto un invito a fare, e questo nell’ottica di un corretto approccio al pensiero scientifico: ecco perché nelle nostre proposte hanno una parte importante esperimenti e spunti per attività.
Cerchiamo inoltre di far riscoprire ai lettori la manualità attraverso un’ampia proposta di “libri-gioco”, che al contempo stuzzicano la fantasia e l’ingegno.

Alla produzione editoriale affianchiamo un ampio numero di laboratori didattici nonché mostre itineranti e incontri con gli autori, con l’intento di avvicinare i ragazzi alla scienza e farli familiarizzare con i libri di divulgazione“.

L’idea di far scoprire e far avvicinare i bambini al mondo e al pensiero scientifico mi piace molto e credo sia davvero interessante: la scienza è vista come un tema “da grandi” e di difficile comprensione per i bambini, specie se piccoli, ma in realtà ogni tema può essere affrontato, basta calibrare il linguaggio e trovare un metodologia narrativa vicina e comprensibile anche ai bambini.

Inoltre scienza non è necessariamente sinonimo di esperimenti e teorie complicate, ad esempio il mondo naturale che ci circonda e nel qual vivono quotidianamente i bambini è fatto di scienza: ecco che allora indagando gli animali, gli insetti o anche il ciclo della natura parliamo di scienza e facciamo familiarizzare i bambini con questo tema.

IMG_8625.JPG

Il testo di cui vorrei parlare oggi si intitola “Tanti e diversi. La varietà della vita sulla terra” di Nicola Davies ed illustrato da Emily Sutton e va proprio a toccare l’ambito scientifico, ma con un occhio ai più piccoli.

L’autrice Nicola Davies, laureata in Zoologia, ha studiato a fondo gli animali, osservandoli anche nel loro habitat e rimanendone affascinata fin da bambina. Grazie al giusto mix tra preparazione professionale e osservazione sul campo è nata l’idea di scrivere un testo come quello di oggi, un libro che coniugasse scienza, animali, amore per la natura e lo declinasse nel modo più appropriato per il mondo dei bambini.

La protagonista del libro è una bambina che si mette in viaggio alla scoperta dei diversi ecosistemi: una mongolfiera ci porterà nella foresta amazzonica per osservare da vicino le specie che vivono sugli alberi, mentre ci vorranno invece maschera, pinne e bombola con ossigeno per addentrarci nelle profondità degli oceani e scoprirne gli abitanti.

IMG_8627.JPG

Attraverso questo viaggio alla scoperta della vita sulla terra, la piccola protagonista e, quindi, il lettore, si interroga sulle forme di vita che incontra, dando vita a riflessioni e pensieri attorno al tema della biodiversità, ma anche al come ci si può prendere cura del mondo affinché tutte queste meraviglie e doni della natura non scompaiano definitivamente.

IMG_8628.JPG

L’idea davvero intelligente che si cela dietro questo testo è la scrittura, poiché si sviluppa con due modalità ben distinte evidenziate anche dal font differente: una tipologia ci garantisce una lettura veloce e scorrevole, ma mai banale, adatta ai bambini più piccoli, diciamo più narrativa, mentre la seconda tipologia si affianca alla prima con approfondimenti più scientifici che vanno ad indagare pagina per pagina tutti gli aspetti che compongono il testo.

IMG_8633.JPG

Le illustrazioni? Beh, sinceramente faccio fatica a trovare parole per definirle: Emily Sutton (della cui mano mi sono innamorata sfogliando “Il piccolo abete“, di cui potete trovare la recensione qui) è una garanzia. L’albo sembra un vero e proprio libro dedicato alle scienze naturali: la perfezione dei dettagli e la cura messa in ogni piccolo particolare, la gamma cromatica e la bellezza delle tavole, rendono questo testo una perla rara, anche perché qui, più che in altri libri, emerge l’intreccio imprescindibile tra le illustrazioni e la parte scritta. Insomma un lavoro davvero notevole che, grazie anche alla straordinarietà dei disegni, rende ancora più coinvolgente la lettura e l’approccio dei bambini alla “materia”.

Credo che questo testo, che possiamo a tutti gli effetti considerare un ottimo mix tra racconto e divulgazione scientifica, abbia una nota di unicità che lo contraddistingue da tanti altri testi: cimentarsi con un argomento del genere proponendolo ai bambini non è una cosa semplice, ma l’autrice, grazie anche alle illustrazioni della Sutton, ci riesce in modo egregio e consegna a noi genitori uno strumento importante per iniziare a istruire i nostri figli sul loro futuro e sul comportamento che dovranno tenere nei confronti di Madre Natura.

IMG_8635.JPG

(Clicca qui per visitare la pagina dedicata al testo dalla casa editrice).

 

“Tanti e diversi”. La varietà della vita sulla Terra”, di Nicola Davies, illustrazioni di Emily Sutton, ed. Editoriale Scienza, 2017.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...