Intervista a… Beatrice Alemagna

Ci sono autori che consideri come dei super eroi, sarà forse dovuto alla loro fama o alla loro notorietà, fatto sta che ti sei costruita un’immagine di loro quasi irreale e che li rende irraggiungibili. Devo ammettere che personalmente adoro diversi autori/illustratori e, con tutta sincerità, mi troverei in seria difficoltà se dovessi sceglierne uno per definirlo il mio preferito perciò non ci provo nemmeno a stilare la mia “graduatoria”.

Certamente e senza ombra di dubbio una delle mie scrittrici/illustratrici del cuore è Beatrice Alemagna; di lei adoro veramente ogni singola particolarità partendo dallo stile di scrittura, fino ad arrivare alla scelta dei temi che tratta nei testi e, soprattutto, la sua attenzione ad offrire sempre una varietà di proposte letterarie.

Sono sincera, quando ho chiesto a Beatrice di realizzare per il mio blog una piccola intervista non ero sicura che avrebbe accettato: un personaggio del suo calibro non perde del tempo prezioso per un blog così piccolo e non ancora molto conosciuto. E invece, dopo qualche tempo, ho ricevuto una sua risposta positiva e devo ammettere che la gioia che mi ha pervasa quella mattina è stata indescrivibile.

Ecco allora che con grandissimo onore vi presento Beatrice Alemagna e, di seguito, la sua intervista.

Come riporta nel suo sito ufficiale (www.beatricealemagna.com) Beatrice racconta di se:

Sono nata a Bologna, in Italia, nel 1973. Quando ero un bambina i miei più grandi eroi erano Pippi Calzelunghe, Marcovaldo, Karlsson sul tetto, Silvester e Meffi. A otto anni ho deciso che, costi quel che costi, una volta cresciuta sarei diventata una “illustratrice e scrittrice di romanzi“.

beatricealemagnafotogian-lucarossetti

Beatrice ha studiato progettazione grafica e comunicazione visiva all’ISIA a Urbino e nel 1996 vince il primo premio del concorso d’illustrazione Figures futures al Salon du Livre et de la Presse Jeunesse – Montreuil. Diversi sono i premi ricevuti da Beatrice: nel 2000, il Prix Attention Talent-Fnac; nel 2002, il Prix Octogones; nel 2007, ha ottenuto la menzione al Bologna Ragazzi Award. Beatrice Alemagna ha pubblicato oltre quindici album presso i più importanti editori francesi, come Seuil, Autrement et Gallimard. Le sue illustrazioni corredano i testi di grandi autori fra cui Apollinaire, Queneau, Huxley, Grossman, Dahl e Rodari. Tra i suoi diversi testi troviamo: I Cinque Malfatti, Il meraviglioso CicciapellicciaChe cos’è un bambino?,  Buon viaggio, piccolino!, Piccolo grande Bubo tutti editi da  TopiPittori, ma troviamo anche Un leone a Parigi, Donzelli editore e Nel paese delle pulcette, ed. Phaidon.

Se dovesse scrivere e illustrare un nuovo libro con protagonisti due dei suoi personaggi più celebri, quali sceglierebbe e perché?

Probabilmente nessuno di loro. Detesto ripetermi, mi annoia profondamente recuperare le cose già fatte, e non credo che la noia sia un buon motore per creare un libro per bambini. Né qualsiasi cosa in generale. La noia , poi, è tutto quello che i bambini detestano in particolare e siccome questi ultimi sono dotati di antenne sensibilissime, credo che si accorgano perfettamente quando un libro manca di energia ed emozione. Inoltre creare nuovi personaggi è una delle parti, per me, più eccitanti di questo lavoro: permette di scoprire delle cose, di esplorare corpi , forme nuove, e pure caratteri diversi, sì. Io penso che i personaggi dei libri siano, in fondo, veri e propri esseri viventi.

I suoi testi si differenziano l’uno dall’altro per i diversi stili illustrativi adottati: come sceglie lo stile che caratterizzerà un determinato testo?

Le parole mi ispirano immagini. Se le parole cambiano, cambia anche il mio modo di sentire e di vedere, dunque il mio desiderio di rappresentare.

12487093_1695540824023881_2376336346094905129_o

Il fatto di vivere in una metropoli cosmopolita come Parigi, anche in considerazione dei tragici fatti recentemente accaduti, ha in qualche modo influito sulla sua produzione letteraria?

Gli attentati terroristici recenti mi hanno istillato maggiormente l’idea che fare questo lavoro sia molto importante. Considero che mostrare cose per me importanti, seminare anche solo un piccolo granello di polvere nella testa di un bambino e farlo evadere dalla realtà non estraniandolo da questa ma mostrandogliela e raccontandogliela con fantasia, sia alla fin fine, un vero atto di resistenza. Resistenza contro la violenza del mondo, contro le sue assurdità, resistenza per la fiducia nella vita, nel rispetto degli esseri e delle idee. Questo sì che mi stà a cuore!

Una delle sue figlie le dice che da grande vorrebbe seguire le sue orme di scrittrice, cosa le direbbe?

Premesso che non ho alcuna presunzione di considerarmi una scrittrice, le direi: và, guarda, ascolta la gente, fatti molte domande, prendi le cose tra le mani, cammina con leggerezza, non calpestare mai, lavora. Poi vedremo.

12038260_1669486143296016_8977533337393188446_n

Se dovesse consigliare una lettura quale libro indicherebbe e perché?

Indicarne uno solo mi risulterebbe molto faticoso ma comunque il mio consiglio varierebbe senz’altro in funzione della persona a cui dovrei dare il consiglio.

91033f820c1b1eaf3eeee88ffb06f1fe

Ringrazio ancora una volta Beatrice Alemagna per la sua disponibilità e per avere dato l’opportunità a me e ai lettori di avvicinarci al suo meraviglioso mondo!

Annunci

3 thoughts on “Intervista a… Beatrice Alemagna

  1. Carissima Silvia, di nuovo una bellissima intervista e di nuovo una grande conferma della validità del tuo piccolo (dici tu), grande (dico io) blog.
    Complimentissimi dalla sempre tua
    nonna Cric!

    Mi piace

    1. Carissima nonna Cric,
      grazie a lei per le belle parole e l’affetto che ogni volta mi dimostra! Spero che queste interviste diventino sempre più parte importante del blog perché penso che siano davvero interessanti e arricchenti! Grazie ancora!!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...