“Mamma, mi racconti… ESTATE” settimana 7

Piccolo, grande, bianco, bruno, simpatico, spaventoso, goloso, imbranato: quando si parla, o meglio, si scrive di orsi, ce n’è davvero per tutti i gusti. Tutti i bambini prima o poi incontrano questo fantastico animale che nell’immaginario collettivo, da sempre, rappresenta la forza, il selvaggio, il mistero.

In questo grande animale morbidoso si concentrano tante delle fantasie dei nostri bimbi, fantasie che nel tempo si sono concretizzate in testi che poi sono diventati classici della letteratura per l’infanzia.

Durante questa settima settimana di “Mamma, mi racconti…ESTATE” ne abbiamo conosciuti diversi ed ecco il riassunto.

Collage

 

“Piccola Orsa” di Jo Weaver, ed. Orecchio Acerbo, 2016.

81l4TfvepgL

Non ha nome la piccola orsa, e nemmeno la sua mamma. D’altra parte, nel poetico libro d’esordio di Jo Weaver non c’è neanche un essere umano che avrebbe potuto darglielo. Nessun diminutivo, nessun vezzeggiativo, ma solo una grande orsa e la sua piccola che si muovono in perfetta armonia col mutevole scenario della natura. Alta e imponente l’una, gli occhi ancora assonnati l’altra. Incerti e malfermi i passi della piccola, sicura la direzione. A indicarla c’è mamma orsa. Ed è sempre lei, quando la primavera cede il passo all’estate, a guidarla sul fiume, per insegnarle a nuotare e ad acchiappare i pesci. E al migrare degli uccelli –è arrivato l’autunno– grandi scorpacciate di mele e di pere per prepararsi al letargo. Bisogna però trovare un riparo prima che la neve dell’inverno copra ogni cosa. Poi, nel tepore della tana, l’una tra le braccia dell’altra in attesa di una nuova primavera.

“Orso acchiappafarfalle” di Susanna Isern (Autore) e M. Pourchet (Illustratore), ed. Logos, 2013.81pXUlySaTL

Le apparenze ingannano. Le farfalle del bosco non hanno nulla da temere dall'”acchiappafarfalle” di Orso, quel retino che di solito le cattura per farne oggetti da collezione. Orso, infatti, salva le farfalle che cadono nel lago, le porta a riva e le fa asciugare sul suo muso. In questa storia sulla bontà e sull’amicizia, impariamo che le buone azioni si propagano in un magnifico effetto domino che può salvare la vita. Quando Orso, nell’ennesimo tentativo di strappare una farfalla ai flutti del lago, scivola e cade in acqua, la sua amica Bianca, la più grande delle farfalle da lui salvate, sparisce in preda alla paura: Orso non sa nuotare! Ma ecco che una nuvola colorata compare dal bosco. Sono tutte le farfalle ancora vive grazie a Orso, che lo afferrano con le loro zampette e lo portano in salvo sulla cima di una montagna. L’unione fa la forza!

“Un ballo da orsi” di Benjamin Chaud, ed. Franco Cosimo Panini, 2015.

817TOs5WuBL

È notte e grossi fiocchi di neve scendono dal cielo. Papà Orso e Orsetto lasciano il tetto dell’Opera, dove avevano deciso di trascorrere l’inverno, e trovano un comodo rifugio in mezzo a una tribù di orsacchiotti colorati, che sembrano anche loro in letargo… Grandi illustrazioni piene di dettagli e false piste, per divertirsi a seguire Papà Orso in questa nuova avventura, alla ricerca di Orsetto.

“Orso, buco!” di Nicola Grossi, ed. minibombo, 2013.

71lQDzknHmL

Si può raccontare una storia soltanto con forme e colori? Certo che sì… Un orso è alla ricerca della sua tana. Durante la sua ricerca però, essendo un po’ distratto, inciampa e cade in un buco. Chissà cosa sarà quel buco? Una tana forse? E di chi? Un libro interattivo dove bisogna seguire le linee, scovare le tane e fare molta attenzione a non cadere nei buchi!

“Orso ha una storia da raccontare” di Philip C. Stead (autore), E. E. Stead (illustratore), ed. Babalibri, 2013.

416gzV2EE+L

L’inverno è alle porte e Orso ha una bellissima storia da raccontare. Ma gli amici sono molto indaffarati: chi deve raccogliere i semi, chi deve mettersi in volo verso Sud, chi cerca ancora un posto dove sistemarsi. Così Orso deve aspettare l’arrivo della primavera per raccontare la propria storia. Peccato però che l’inverno sia un tempo troppo lungo per la memoria di un orso…

 

“Gli orsi non leggono!” di Emma Chichester Clark, Emme Edizioni, 2016.

81YO5wPqOqL

Orso Giorgio è stufo delle solite cose da orsi, ma cos’altro può fare? Per fortuna c’è Clementina, una bambina che con il suo amore per i libri gli cambierà la vita. Una storia sull’amicizia e sulla gioia della lettura.

Buon compleanno, Orso! di Bonny Becker (autore) e K. MacDonald Denton (illustratore), NordSud Edizioni (è un marchio di Adraino Salani Editore), 2015.
81XfrN9nbgL

A Orso non piacevano i compleanni. Non gli piacevano le feste con i palloncini e nemmeno i biglietti di auguri, le canzoncine e le candele. Di sicuro a Orso non piaceva niente che avesse a che fare con i compleanni! Ma un giorno qualcuno gli regalò una grande scatola rosa…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...