“Mamma, mi racconti… ESTATE” settimana 6

La natura è parte integrante dell’essere umano e lo circonda quotidianamente; negli ultimi anni, in modo particolare, è stata rivalutata la pedagogia naturale che vede la natura come fonte di benessere e di apprendimenti significativi da parte del bambino.

Trascorrere del tempo all’aria aperta consente ai bambini di dare libero sfogo alla loro fantasia, alla loro creatività e al loro modo di osservare e stare dentro alla natura: assistere le diverse trasformazioni, i cicli naturali, gli esseri viventi che vi abitano contribuiscono al sano sviluppo del bambino sotto diversi aspetti.

Vivere la natura, inoltre, consente ai bambini di affrontare anche argomenti più spinosi ed alcuni aspetti più delicati della vita: osservare il mutare delle stagioni, il fluire e rifluire della natura attraverso un’esperienza diretta con tutti i sensi, favorisce una comprensione dei cicli vitali e delle leggi di natura più reale, arrivando così ad apprendimenti significativi. E’ importante che i bambini vivano la natura, costruendo ipotesi, sperimentando ricerche e imparando a misurarsi con essa.

I libri di questa sesta settimana di “Mamma, mi racconti…ESTATE” sono tutti volti a sostenere un avvicinamento ed una sensibilizzazione dei bambini nei confronti della natura. Ecco i testi presentati durante la settimana:

Collage

 

“Il piccolo giardiniere” di Emily Hughes, ed. Settenove, 2016.

81cBri2Ig+L

C’era una volta un giardino. Grandissimo. E c’era una volta un giardiniere. Minuscolo. Il giardiniere lavorava notte e giorno per curarlo a dovere ma, nonostante tutto, il giardino appariva incolto e non era un granché. Quel giardino era la sua casa, il suo cibo, la sua gioia, ma il giardiniere era troppo piccolo. Una sola cosa cresceva rigogliosa: un fiore rosso, dallo stelo alto e robusto che gli dava grande speranza e lo induceva a non arrendersi mai. Ma un giorno il giardino morì, e il piccolo giardiniere non ebbe più una casa, non ebbe più cibo e non ebbe più gioia. Così una notte espresse un desiderio, con la sua piccola, piccola voce: vorrei solo un po’ di aiuto. Nessuno lo udì, ma qualcuno vide quel fiore. Era rosso, e aveva uno stelo alto e robusto e diede la speranza in chi lo vide di ridare vigore ad un grande giardino…

“E poi… è primavera!” di Julie Fogliano Erin E. Stead, ed. Babalibri, 2013.

91jBJlqED4L

Dopo un lungo inverno, un ragazzino e il suo cane decidono di voler cambiare tutto quel marrone che vedono in giro. Così si mettono a scavare, seminare, giocare, aspettare… e aspettare… e aspettare… finché tutto quel marrone prende una sfumatura di verde, un verde pallido ma pur sempre verde e poi, all’improvviso… è primavera!

“La vita segreta dell’orto” di Gerda Muller, ed. Babalibri, 2013.

61m9oQ7S1kL

Sofia è una bambina di città, ma trascorre tutte le sue vacanze in campagna dai nonni, che hanno un orto meraviglioso dove crescono ortaggi di ogni sorta. Quest’anno Sofia ha la fortuna di avere gli attrezzi da giardinaggio adatti a lei e, per la prima volta, potrà seminare da sola le sue piantine. I nonni le insegnano i gesti precisi e le cure premurose del buon giardiniere. Bisogna pensare a tutto : diserbare e aerare la terra, proteggere gli animaletti utili e diffidare della pieride del cavolo e delle dorifore! Col passare delle stagioni, Sofia scopre i misteri delle piante e gli insospettabili segreti della vita dell’orto.

“L’albero magico”di Christie Matheson, ed. Gribaudo, 2015.

618YQ6XlGML

Un libro interattivo con cui imparare, giocando, il susseguirsi delle stagioni attraverso le trasformazioni di un albero che sarà il bambino stesso a generare. All’inizio c’è solo un albero, ma se lo tocchi, batti le mani e lo scuoti, si compirà la magia! Ora scuoti piano il tronco… Tocca l’albero, non essere timido! Cosa succede se sfiori le foglie?

“Inventario illustrato dei frutti e degli ortaggi” di Emmanuelle Tchoukriel e Virginie Aladjidi, ed. L’ippocampo Junior, 2011.

81bwK-xEHsL

Autrice specializzata nell’illustrazione medico-scientifica, Emmanuelle Tchoukriel riproduce gli elementi della natura con l’arte e la precisione degli esploratori naturalisti di qualche secolo fa. Per dare al giovane lettore un’idea dell’habitat in cui vivono le varie specie rappresentate, questo inventario classifica i frutti e gli ortaggi per aree di colore.

“Tutino e la pozzanghera” di Lorenzo Clerici Silvia Borando, ed. minibombo, 2014.

51clu4fv-BL

Tutino è un piccolo esploratore. Ama divertirsi all’aria aperta ma non esce mai di casa senza indossare una buffa tuta da animaletto. Da chi si vestirà oggi? Il costume da anatroccolo è quello che ci vuole per sguazzare in una pozzanghera e saltellare a pelo d’acqua… Un libro interattivo che consente ai bambini di avvicinarsi alla natura giocando!

“La mela e la farfalla” di di Iela Mari ed Enzo Mari, ed. Babalibri, 2004.

71xh6NAbOHL

Un piccolo mistero della natura narrato senza l’uso di parole, ma solamente tramite il potere delle immagini. Un silent book che racconta la trasformazione del bruco in farfalla nel susseguirsi delle stagioni, sottolineando il fascino dell’incontro ciclico tra i frutti e gli animali. Iela ed Enzo Mari riescono ad intrecciare in modo estremamente equilibrato e semplice l’aspetto più prettamente scientifico dell’albo con la bellezza di una storia che profuma di magia.

Annunci

9 thoughts on ““Mamma, mi racconti… ESTATE” settimana 6

    1. Ciao Chiara! Grazie mille a te per aver dedicato tempo al mio piccolo blog e per aver lasciato un commento😊 Sono queste attenzioni che mi rendono davvero felice e che mi spingono a portare avanti questo progetto! Dato sicuramente un’occhiata al tuo blog😉 Grazie ancora e continua a seguirmi eh?!!

      Mi piace

  1. Ciao, Super Silvia!
    Sono qui in Val d’Aosta da dove, come vedi, cerco dì seguirti con possibilità assai ridotte…!
    Non potevo, però, non dirti grazie per questa rubrica magnifica: la tua creatività non smette mai di stupirmi!
    Sai cosa faró? Spargeró la voce anche qui in Valle!
    Dalla “Maison blue” ti ringrazia e ti saluta la sempre tua fedelissima ammiratrice
    nonna Cric

    Liked by 1 persona

    1. Ciao Super Nonna Cric!
      Che dire… Grazie come sempre per i complimenti e per l’affetto che ogni volta mi dimostra! Sono davvero onorata! Magari arrivasse anche in Valle il mio piccolo blog! Chissà se il Bistrot Ramet sa della sua esistenza😉?!!! Allora non mi resta che augurarle una buona vacanza tra i monti😊 A presto😘

      Mi piace

  2. Cara Silvia, penso ti farà piacere sapere che il “Bistrot Ramet” di Challand st. Victor (AO) ha ricevuto tue notizie e presto ti contatterà!
    Dai monti ti saluta la tua
    nonna Cric

    Mi piace

  3. Carissima Silvia, ti farà piacere sapere che il Bistrot Ramet di Challand St. Victor (AO), ha ricevuto tue notizie e presto ti contatterà!
    E per oggi è tutto.
    Ti saluta la tua
    nonna Cric

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...