Intervista a… Cristina Petit

Ogni volta che uno scrittore/illustratore mi offre la possibilità di fargli un’intervista è per me motivo di immensa gioia: è come se riuscissi a raggiungere una meta lontanissima e, spesso, irraggiungibile! Ogni scrittore/illustratore ha un proprio vissuto e una propria personalità che mi incuriosisce e affascina moltissimo; grazie alle interviste, ho l’occasione di scoprire (e di far scoprire a chi mi legge) una piccola parte di loro stessi, che va ad arricchire il mio immaginario e la prefigurazione che mi sono costruita grazie ai loro testi. L’aspetto però che più mi sorprende è la disponibilità degli autori/illustratori, dimostrando grande intelligenza e umiltà: nonostante la loro fama e la loro importanza meritatamente riconosciuta, danno prova di essere modesti e semplici. Devo ammettere però che qualche personaggio un po’ altezzoso l’ho incontrato, purtroppo, e questo mi ha lasciato un po’ di amaro in bocca… chissà se col tempo cambierà idea!

L’intervista di oggi è tutta dedicata a Cristina Petit, scrittrice sia per bambini che per adulti, ma anche illustratrice. Cristina si è dimostrata fin da subito molto disponibile e per questo la ringrazio immensamente. L’attenzione, la cura e la correttezza nelle sue risposte sono davvero interessanti e ammirevoli e spero che leggendo questa intervista corriate a leggere almeno uno dei suoi testi perché meritano davvero!!!!

fotomod
Cristina Petit

Ecco l’intervista…

Chi è Cristina Petit? Lascio a lei le presentazioni…

La vicina della porta accanto, quella che veramete vorrebbe che in un condominio la gente fosse amica e si salutasse con grandi sorrisi. Vivo a Bologna ma ho provato a vivere all’estero e da allora mi continua a chiamare…chissà se risponderò prima o poi? Ho tre coinquilini minori detti anche i tre porcellini e un marito musicante mago. Adoro il cinema e la pioggia.

Come è nata la sua professione? Ha sempre desiderato intraprendere questa strada oppure c’è stato un “segno” che l’ha spinta a diventare illustratrice e scrittrice?

E’ nata dal mio blog Maestrapiccola, che è diventato in fretta un libro e da lì si sono aperte le porte verso il vero sogno che avevo che era illustrare. La scrittura invece è sempre stata una questione privata che all’improvviso è diventata pubblica e all’nizio mi ha fatto un certo effetto.

C’è un libro scritto o illustrato da lei a cui si sente particolarmente legata e perché?

In modo diversi sono legata a tutti, forse per bambini è  “Chissà se oggi incontrerò il lupo?” perchè è quello che mi piace di più per le soluzioni grafiche che ho trovato e per adulti “Qualcosa che somiglio al vero amore” perchè è quello che dicono parli di me.

71HTsWISC-L 71PyrHDaRqL

Come nascono le sue storie/illustrazioni? A cosa si ispira?

Le storie nascono quasi sempre da qualcosa che ho sentito dire dai bambini e di solito le illustrazioni si formano in testa quasi simultaneamente al testo, alle volte proseguo di pari passo e l’una alimenta l’altro.

Quale fra i suoi colleghi scrittori e illustratori preferisce?

Cito degli stranieri per non infilarmi in situazioni difficili.
Scrittori: Guus Kujier, Marie Aude Murail e Roald Dahl.
Illustratori: Peter H. Reynolds, Erin E. Stead, Lauren Child e Quentin Blake.

C’è una storia in particolare che le piacerebbe poter illustrare?

Non ci ho mai pensatoma ci sono molte storie a cui sono debitrice: Il libro della giungla, Pollyanna, Piccole donne e non credo che saprei mai illustrare uno di questi.

 

Concludo questo post ringraziando ancora una volta Cristina Petit per aver dedicato un po’ del suo tempo a questo piccolo blog.

Annunci

2 thoughts on “Intervista a… Cristina Petit

  1. Ciao, Silvia! Con una settimana di ritardo, eccomi qui per dirti, ancora una volta, grazie!
    Grazie per la nuova bella sorpresa che ci hai fatto con questa intervista alla scrittrice Cristina Petit: ci stai abituando troppo bene!
    Davvero molto interessanti, profonde e, direi, veramente sincere le parole di questa autrice così raffinata, dolce e delicata. Mi pare una persona molto sensibile e mi pare, anche, appartenere a quello sparuto gruppo di persone, sempre più rare che, pur essendo meritatamente famose, non perdono la loro semplicità e disponibilità. Dal mio punto di vista, questo è indice di sapienza del cuore e della mente.
    Grazie tante alla signora Petit e grazie anche a te che, per così dire, hai fatto da tramite tra lei e noi!
    A presto dalla tua
    nonna Cric

    Liked by 1 persona

    1. Carissima nonna Cric,
      grazie come sempre per le sue riflessioni e per l’affetto che dimostra al mio piccolo blog! E’ proprio vero, anche io ho avuto la sua medesima impressione in merito a Cristina Petit: una persona semplice, umile ed estremamente disponibile, caratteristiche molto difficili da ritrovare oggi giorno nelle persone soprattuto se famose! Il mio intento è quello di far conoscere e scoprire autori/illustratori proprio per ciò che sono oltre alle loro creazioni… speriamo di riuscirne a contattare molti altri!
      Grazie ancora!
      A presto!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...