L’arte di scegliere…

In questi giorni sono particolarmente irrequieta: se da un lato la primavera mi butta letteralmente a terra e dormirei ore e ore, dall’altro lato ho la mente in continuo movimento e vorrei fare tremila cose! Ho in testa una grande confusione ed indecisione che mi porta ad uno stato emotivo strano… c’è una voce che mi perseguita e, anche se faccio finta di non sentirla, è veramente insistente e so che prima o poi dovrò trovare il coraggio di ascoltarla e questa voce scandisce sempre la stessa parola: SCEGLIERE! Ecco cosa mi dà tanto tormento, il dover scegliere… Ogni scelta, di qualunque tipo si tratti, porta a dei cambiamenti e si sa che ogni cambiamento porta con sé riflessi, rischi e possibilità impreviste. E’ anche vero, però, che la vita è una sola e credo che ci sia un momento in cui devi per forza buttarti e compiere delle scelte prima che sia troppo tardi. Con questo stato d’animo così incerto, anche scrivere un post mi viene difficile perché anche qui non so proprio scegliere: vorrei scrivere e condividere la bellezza di molti libri, ma purtroppo devo fare delle scelte e non so come fare. Ci sono un’infinità di testi che mi hanno colpita e affascinata e che vorrei proporre! A questo punto credo che sia il caso di lasciar fare al mio istinto e a ciò che il cuore e l’ispirazione del momento mi porta… in fondo per una come me che è molto impulsiva e “sensitiva”, penso sia la scelta più coerente e giusta! Perciò ho deciso di puntare su un testo poco conosciuto, una di quelle perle nascoste e, proprio per questo, penso meriti di essere scoperto…

Può l’arte essere letteratura per l’infanzia? Mi spiego meglio: un libro illustrato per bambini può essere un’opera d’arte? Questa è la domanda che mi sono posta non appena ho incontrato “Il boschetto misterioso” di Susumu Shingu. Questo testo è stato donato ad Emma da mia suocera in occasione del suo compleanno e per me scoprirne la bellezza e la particolarità è stata una meravigliosa sorpresa. Devo confessare che prima di allora non avevo mai incontrato un libro con le medesime caratteriste e devo ammettere che mi ha davvero stregata!IMG_6753

Sfogliando le pagine di questo testo ho subito avuto la sensazione di avere tra le mani un oggetto preziosissimo, unico e quasi avevo paura di rovinare tanta bellezza: ed è in quel preciso istante che ho pensato di avere incontrato l’arte, una forma d’arte nuova, geniale e a portata di bambino, dove la creatività infinita di chi ha realizzato questa opera si è concretizzata nelle pagine di un libro.

“Il boschetto misterioso” non è un semplice libro pop-up, ma ogni pagina è una sorta di opera d’arte con forme e significati differenti: precisione, cura, attenzione ai dettagli, ingegnosità, originalità e complessità sono, a mio avviso, le principali caratteristiche di questo testo. La trama è molto semplice: il sole sorge nel cielo e alla sera tramonta, ogni creatura si alza con lui per poi rifugiarsi nel boschetto misterioso immaginato e realizzato a pop-up da Susumu Shingu. Pochissime parole, scritte in basso nella pagina di sinistra, raccontano la storia di questo boschetto misterioso, ma il vero fulcro del testo è dato dalle illustrazioni pop-up che consentono a chiunque le incontri di inventarsi un racconto, un viaggio, perdendosi nei meandri del boschetto. Le immagini che spiccano non appena sfogli la pagina e che ti catturano immediatamente, ti catapultano immediatamente nel bosco, grazie anche alle parole, pochissime, ma incisive.

IMG_6754IMG_6759

Il libro è già di per sè accattivante e non si può non volerlo sfogliare non appena lo si ha tra le mani: cartonato, di forma quadrata, tutto rigorosamente verde, ma di un verde che non dà fastidio, anzi, un verde acceso, ma allo stesso tempo rilassante e che richiama il colore appunto del bosco. Al suo interno le illustrazioni pop-up sono studiate e pensate in ogni singolo dettaglio e, anche la realizzazione, denota una cura ed una attenzione quasi maniacale. Le forme che spiccano in ogni singola pagina, sono tagliate con estrema precisione e meticolosità; i colori scelti sono ben definiti e vivaci, ciascuno di loro, però, è in perfetta armonia con gli altri e con il verde di base.

IMG_6757

Susumu Shingu, nato a Osaka, è noto per le sue sculture d’acciaio e di tela animate dal vento e dall’acqua. Queste opere, situate nei musei, nelle piazze e nei parchi di tutto il mondo, ci rivelano con i loro movimenti la bellezza, la grazia e la forza della natura offrendo uno spettacolo ludico e colorato. Susumu Shingu collabora regolarmente con architetti e coreografi, continuando una splendida attività di illustratore legata alla sua originaria vocazione di pittore. Ne “Il boschetto misterioso” penso ci sia molto del vissuto personale dell’autore e credo che emerga anche la sua complessa professionalità; forse proprio grazie a questo, l’autore è riuscito a tradurre in opera d’arte un testo per bambini.                            La natura è la protagonista di questo testo e, attraverso di esso, i bambini possono incontrarla in un modo speciale e non convenzionale, facendo nascere in loro spunti di riflessione intorno a questo tema. Un modo nuovo per approcciarsi e avvicinarsi al mondo naturale, anche grazie alla tridimensionalità delle immagini!

Su Youtube ho trovato un video che mostra uno dei progetti di Susumu Shingu e credo sia davvero interessante guardarlo, per comprendere meglio la sua professionalità e come essa abbia delle influenze e dei rimandi al libro. Eccolo qui sotto.

Nonostante io non abbia una conoscenza approfondita sul Giappone, ciò che mi ha rievocato questo testo è stato proprio un rimando al mondo tutto particolare e unico del Sol Levante, un mondo fatto di precisione, di intelligenza, di creatività, di laboriosità, frutto delle scelte di un popolo che ha creato una cultura unica in tutto il panorama orientale.

IMG_6760IMG_6761

Vorrei infine ringraziare mia suocera per averci fatto scoprire un testo davvero speciale, che ci ha permesso di sostare e riflettere sul significato che può avere l’arte in relazione alla letteratura per l’infanzia.

 

“Il boschetto misterioso” di Susumu Shingu, ed. L’ippocastano

Annunci

2 thoughts on “L’arte di scegliere…

  1. Ciao, Silvia, spero che tu e la tua famiglia abbiate trascorso una Pasqua serena!
    E’ un tema molto difficile quello che condividi con noi oggi… “SCEGLIERE”: è davvero un bel dilemma! Parliamo, naturalmente di scelte importanti: quelle che, in qualche modo determinano una “svolta”. Ed è altrettanto vero che, nella vita, ci troviamo sempre nella condizione di dover operare una scelta… Quando capita a me, io mi affido al parere delle persone che mi vogliono bene e, soprattutto, al quel che sente il mio cuore, il mio istinto, la mia percezione…chiamiamolo come vogliamo… e poi vado, sentendo sempre dentro di me la vocina che dice: “Speriamo bene!”. E devo dire che, raramente, mi sono pentita, ma quando ho sbagliato, ed è successo più volte, mi sono detta (come diceva la mia super Nonna Ida): “Pazienza, solo chi non fa, non sbaglia!” e ho ricominciato, un po’ ammaccata, ma più forte di prima! E dopo questa esageratamente lunga chiacchierata (“Come sempre!”, dirai tu), veniamo a “Il boschetto misterioso”.
    Trovo questo libro davvero interessante, in modo particolare per la sua costruzione che ho, sicuramente, capito meglio guardando il video che ci hai segnalato. Amo tantissimo questi colori vivaci, intensi, decisi e così pieni di armonia, di gioia e di pace! Hai ragione: ogni pagina può essere un pretesto per inventare una nuova storia e Susumu Shingu ha saputo porci la sua creazione in modo garbato, ma pieno di vita e di sogni!
    Grazie come sempre, Silvia e alla prossima!
    nonna Cric
    P.S.: è fortunata tua suocera ad avere una nuora che parla sul suo blog di un regalo fatto da lei!

    Liked by 1 persona

    1. Carissima nonna Cric, come sempre per me è un vero piacere leggere la sue riflessioni anche perché mi ci trovo moltissimo in ciò che pensa e scrive!!! Aveva proprio ragione la sua nonna Ida nell’affermare: “Pazienza, solo chi non fa, non sbaglia!” però personalmente ho molta difficoltà nel buttarmi e, anche se so che il momento è quello giusto, non sempre trovo il coraggio di scegliere! Anche io mi affido molto, forse anche troppo, al parere e consigli delle persone care e, purtroppo, mi basta anche un solo pensiero contrario che mi fa rallentare e ripensare! Sono contenta che il testo proposto nel post di oggi le sia piaciuto e mi fa molto piacere che il video le sia stato utile!
      Grazieeeee
      p.s. Mia suocera è davvero SUPER e moltoooo SPECIALE perciò si merita questo e altro!!!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...