And the winner is…

Si è concluso da pochissimi giorni il mio primo giveaway… wow!!! Devo dire che appena ho lanciato questa iniziativa non ho avuto molti riscontri e mi sono un po’ abbattuta; la mia mente, come sempre, ha iniziato a vaneggiare e avevo bisogno di comunicare questo mio stato d’animo a qualcuno che potesse capirmi e… naturalmente sono finita a messaggiare con Elizabeth, la mia compagna di blog! Lei subito mi ha dato una mano spargendo la voce tra le sue conoscenze e, come per magia, mi sono ritrovata un sacco di “mi piace” di persone nuove sulla mia pagina “Mamma, mi racconti”! Questo mi ha dato carica e mi ha spinto a torturare direttamente le persone di cui avevo il contatto, scoprendo che molti in effetti non avevano visto il mio post! Volevo perciò ringraziarvi tutti… soprattutto le persone che hanno deciso di seguirmi, dandomi fiducia e credendo in me; i vostri “mi piace” e i vostri commenti mi riempiono sempre di gioia e mi danno la spinta per continuare a tenere vivo questo piccolo blog!

IMG_6120
Ma quante antenne ci sono sopra i tetti delle case?

Bene, ora passiamo ai fatti… Diana e il suo piccolo Leonardo hanno vinto il Christmas Book Giveaway, ma nessuno ancora sa che libro ho scelto per loro! Perciò è arrivato il momento di svelare il mistero… “Babbo Natale e le formiche” sarà il libro che spero terrà compagnia a Leo e alla sua famiglia durante questo Natale. Trovo questo testo estremamente curioso ed ironico e ho voluto dedicargli un post perché anche chi non ha vinto può assaporarne la bellezza e, perché no, decidere di donarlo a qualcuno!

Babbo Natale, insieme alla sua fedele aiutante la renna Dindirindina, è davvero disperato: un tempo tutte le abitazioni avevano un camino dal quale potersi calare per portare i doni, ora invece il camino non esiste quasi più e Babbo Natale non sa come fare! Addirittura sui tetti, al posto dell’imbocco del camino, si trovano una miriade di antenne della tv che rendono impossibile l’atterraggio della slitta; nelle case, poi, ci sono solo apparecchi televisivi là dove prima c’erano i camini. Portare i regali ai bambini è troppo importante, quindi Babbo Natale e Dindirindina le provano tutte: passare dalle finestre, rischiando di cadere sui cornicioni, bussare alla porta, ma spesso viene scambiato per un venditore porta a porta o un ladro, o persino ad accedere alle case dal condotto della spazzatura. Sarà un topolino ad indicare una possibile soluzione, ovvero utilizzare i cunicoli che i piccoli animali costruiscono per procurarsi il cibo nelle abitazioni; insomma saranno le minuscole formiche a salvare il Natale di tutti i bambini.

IMG_6121
Come farà Babbo Natale a consegnare i doni?

Questo albo illustrato dà una sua interpretazione alla ricorrente domanda dei nostri bambini: “Ma perché Babbo Natale non lo vediamo?”; Emma me lo chiede spesso e credo che questa lettura possa aiutare i bambini ad avere una spiegazione che in un qualche modo li rassicuri e che li conforti, nonostante tutto sia raccontato in forma scherzosa e bizzarra. Una chiave di lettura più profonda riguarda la scomparsa del camino nelle case a favore delle televisioni: questo aspetto non verrà colto immediatamente dai bambini più piccoli, ma, con l’aiuto dell’adulto, si potrà affrontare anche questo aspetto per renderli partecipi del cambiamento che ha subito la società e che, purtroppo, non sempre corrisponde ad un miglioramento. Un altro tema affrontato è l’importanza della collaborazione: tutti gli animali che Babbo incontra durante i suoi tentativi per consegnare i doni si mostrano collaborativi e cercano di aiutarlo dando suggerimenti, consigli, ma anche aiuti concreti. Questo è un messaggio molto importante ed è bello che venga affrontato e trasmesso da un personaggio così amato dai bambini.

IMG_6123
Pazienza, attenzione e concentrazione…

Questo libro mi ha colpito fin da subito per la tipologia delle immagini: figure tondeggianti, tratti semplici e ben definiti che rimandano alle figure delle vignette (ad esempio i disegni di Altan o di Forattini per citarne alcuni famosi). Il finale è davvero d’effetto: invita i bambini a restare sempre in allerta perché solo con pazienza, attenzione e concentrazione si potrà riuscire a vedere Babbo Natale!

“Babbo Natale e le formiche” di Philippe Corentin, ed. Babalibri

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...